Voi che postate sicuri

Nelle vostre tiepide bacheche

Voi che trovate tornando a sera

Notifiche nuove e profili amici

Considerate se questo è un selfie

Che lavora sull’egocentrismo

Che non conosce pudore

Che lotta per mezzo like

Che muore per un commento o per un retweet

Considerate se questa è una donna

Senza autostima e senza vergogna

Senza più forza di smettere

Strabuzzati gli occhi e tirata la bocca

Come il culo di gallina d’inverno

Meditate che così è diventato

Vi comando questo status

Scolpitelo nel vostro account

Stando davanti al monitor

Facendo login e logout

Ripetetelo ai vostri follower

O vi si sfaccia Instagram

Facebook vi neghi l’accesso

I vostri gattini torcano il viso da voi