Non voglio fare il complottista di turno ma credo che l’attentato di Macerata sia solo fumo negli occhi, un progetto deliberatamente orchestrato dai poteri forti che, sfruttando il folle gesto di uno squilibrato fascista, intendono screditare milioni e milioni di squilibrati fascisti perbene, rispettosi della legge, che lavorano, pagano le tasse e sognano di arrivare alla segregazione razziale attraverso la partecipazione popolare e l’onesta via democratica. C’è infatti un dettaglio, sfuggito ai più, che rende drammaticamente verosimile l’ipotesi di aver assistito all’ennesimo caso di false flag: al momento di consegnarsi alle forze dell’ordine, il presunto terrorista e fascista Luca Traini indossa chiaramente la bandiera della Bulgaria.